area riservata
area riservata
cerca nel sito
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Verso la realizzazione di un sistema di Protezione Giuridica
notizia pubblicata in data : mercoledì 18 settembre 2013

Anche sul territorio dell’ASL Milano 2 si sta sviluppando una rete di operatori pubblici e del privato sociale, con l’obiettivo di far conoscere alle famiglie e ai cittadini il nuovo istituto della Protezione Giuridica a tutela della qualità della vita e degli interessi delle persone più fragili. Una rete di sportelli in grado di dare informazioni, offrire consulenza, accompagnare nelle procedure, sostenere gli amministratori nel loro ruolo.

Normalmente, a partire dalla maggiore età, una persona diventa capace di agire, scegliere e  decidere cosa sia meglio per il proprio benessere e per il proprio sviluppo personale: in termini giuridici, diviene in grado di esercitare in modo autonomo i propri diritti e di tutelare i propri interessi personali e patrimoniali.
Non tutti però riescono a raggiungere questa autonomia o molti la perdono in seguito all’avanzamento dell’età, alle malattie o a gravi incidenti. Per le persone in condizione di fragilità o di grave compromissione dell’integrità psicofisica, accanto agli istituti dell’interdizione e della curatela, il legislatore ha introdotto con la L. 6/2004, l’istituto della protezione giuridica. 
L’istituto prevede la nomina di un amministratore di sostegno (in genere individuato in un familiare) che si affianca alla persona fragile sostenendola ed indirizzandola nelle decisioni che riguardano la propria salute o la gestione del proprio patrimonio, salvaguardando principalmente il suo pieno interesse. A volte, nelle situazioni di maggiore gravità, sostituendosi nelle decisioni più importanti (come ad esempio l’autorizzazione ad un trattamento sanitario o ad un’azione economico/amministrativa).
In passato l’unico strumento disponibile era la figura del tutore, la cui individuazione richiedeva un iter complesso, lungo e dispendioso.
Il procedimento di nomina dell’amministratore di sostegno non richiede l’assistenza di un legale, ed è gratuito.
Nella prospettiva di avviare un sistema di rete integrato per accogliere i bisogni dei cittadini e per orientarli al meglio nell’avvio di percorsi di tutela più idonei, si è sviluppata sul territorio  una rete di punti di consulenza e di informazione, curati da ASL, Comuni e Associazioni.
A questi sportelli si possono rivolgere le persone o le famiglie che avessero la necessità di informarsi su cosa la legge mette a disposizione delle «persone fragili per tutelarle e, nel caso lo volessero, anche di essere assistiti sino alla conclusione del procedimento.
Gli sportelli appositamente dedicati sono i seguenti:

 

Punto di consulenza

Modalità di contatto

ASL Milano 2 – Ufficio di Protezione Giuridica

Cernusco sul Naviglio, via Turati, 4

Tel. 02 9265.4432

Ufficio Distrettuale per la Protezione Giuridica – Distretto 2 ASSEMI

San Donato Milanese, via Sergnano,2 –

Tel. 02 9066.2326

Comuni del territorio della ASL – Servizi Sociali

Negli orari di apertura dei singoli uffici comunali

Progetto AdS - Insieme si fa!*

area nord della ASL

·   Cassina De’Pecchi, via Mazzini, 26 presso Coop. Sociale Il Germoglio     

Tel. 340 17.08.016

·   Trezzo sull’Adda, Piazzale 1° Maggio presso Coop. Sociale Castello Servizi

Tel. 02 90.90.664 – 339 53.32.991

Progetto AdS - Insieme si fa!*

area centro della ASL

Dresano, via Genova, 15 presso “Auser Dresano” – tel. 334 33.70.611

Progetto AdS - Insieme si fa!*

area sud della ASL

Rozzano, in via Roma, 89 presso l’Associazione “Ageha” tel. 02 82.42.777



ultimo aggiornamento in data: 16/01/2014